Caffè Sicilia Ragusa

La tavola delle feste, al Caffè Sicilia di Ragusa

img_3344

Non ci sono fiocchi di neve ad annunciarlo, da queste parti, giù, nel sud del sud, a Ragusa, in Sicilia. Qui ti accorgi che il Natale è vicino, dai profumi.
Quello di mandorle tostate e miele caramellato, di vino cotto e “mustata” impastata; o ancora quello della fragranza particolarissima che si espande nell’aria quando, aprendo la porta del forno, capisci che il burro si è completamente trasformato in un sofficissimo, strabordante e sofisticato  panettone.
Nel profumo del nostro Natale c’è la ricerca di quelle materie prime che riescano a darci lo stesso identico sapore delle prelibatezza che dalle cucine dei conventi e da quelle dei contadini di un tempo, sono arrivate  alle nostre “Tavole delle Feste”.
Il nostro Natale ha il sapore dei ricordi; il laboratorio si riempie delle spezie e degli aromi che mio padre mi insegnava ad usare nelle sue preparazioni, e che a sua volta aveva appreso da sua madre. E cosa c’è di più Natalizio della tradizione? In fondo “tradere”, la radice latina del termine, vuol dire consegnare, donare conoscenza attraverso le parole di chi, prima di noi, ha vissuto le stesse tradizioni.
E così, la ricetta per fare il torrone, diventa memoria dei gesti veloci del mestolo dentro il tegame. Diventa il profumo da riconoscere quando la mistura di mandorle e miele è pronta per essere stesa a raffreddare. Diventa gusto, da assaporare lentamente, sciogliendo in bocca un tocchetto di quel dolce, che ieri, con la stessa dedizione delle nostre nonne, abbiamo preparato per voi.
Natale, è fare, della nostra pasticceria, un piccolo spazio, dove lasciare che affiorino i ricordi.

 

img_3343img_3342

Comments (0)

Leave a Comment